martedì 13 marzo 2018

VENEZIA

Occorre una vita per conoscere ogni angolo di Venezia, tutti gli isolotti e la sua storia che risale agli antenati Paleoveneti. Chiamata Serenissima, la Repubblica di Venezia durata quasi 1.000 anni, fu temuta, rispettata e anche invidiata perché, pur essendo anche lei cattolica, era abbastanza indipendente dagli ordini della Chiesa di Roma. La causa di maggior peso che portò alla decadenza della Serenissima fu il fatto che gli Ottomani conquistarono Costantinopoli, i traffici mercantili con l'Oriente caddero, e a Occidente venne scoperta l'America. 
(Che Venezia sia un Bene Italiano UNESCO lo sappiamo tutti). Iniziando nel 1968 quando vi trascorsi un mese in una colonia estiva, Venezia l'ho poi visitata altre sei volte senza però esser ancora riuscito a fotografare il bellissimo interno del Palazzo Ducale. 
Nonostante dormirvi costi più che in altri posti, vale la pena trascorrervi la notte e camminare per le calle (vie) incontrando molta poca gente rispetto al giorno sempre affollato di turisti. 
La cartina non comprende le isole di Murano, Burano, Torcello e altre ancora. Posti anche quelli interessanti visitare.

18 BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"

Questa è una serie di tanti blog coi quali, uno dopo l'altro, vado mostrando i posti per me più interessanti visitati percorrendo l'Italia. ⬅ ⬅ ⬅ A fianco a sinistra c'è l'elenco di TUTTI i BLOG preparati fino ad oggi.
Lo scopo principale dei blog è quello di collaborare alla diffusione della cultura italiana tra le sue comunità all'estero. Ancor più della promozione dei blog, io considero valido parlare nelle scuole davanti a scolari e, magari, anche ai loro genitori. (Vedi Conferenze). Purché sia stato a Venezia già sei volte, non mi stancherò di tornarvi. E magari dormire nella sua Isola di Burano.    (Tutte le foto del blog sono mie).

domenica 11 marzo 2018

PALAZZO DUCALE E PONTE DEI SOSPIRI

Questo palazzo, una volta chiamato Palazzo Dogale perché sede del doge, è un capolavoro architettonico di stile gotico veneziano. La sua storia più antica risale a qualche anno successivo all'812. In seguito ha subito incendi e ricostruzioni sino a farlo diventare, secondo me, la costruzione più bella di Venezia. Dentro le sale del suo interno troviamo bellissima arte di maestri veneziani. Tintoretto e Tiziano solo per fare due nomi.

Il famosissimo Ponte dei Sospiri sono due corridoi paralleli che collegano le Sale del Magistrato alle Prigioni Nuove. Ha preso il nome Sospiri per il fatto che i condannati alle carceri attraversavano questo ponte andavano sospirando mentre per un attimo guardavano verso l'isola di San Giorgio. 
  Album fotografico    Foto 29/5/2017    Informazioni turistiche

venerdì 9 marzo 2018

ISOLA DI BURANO

L'isola di Burano rimane nella parte settentrionale della Laguna Veneta. Esattamente a 24 km che, percorsi col vaporetto, chiedono un'ora abbondante. La tradizione racconta che sulle isole di Burano, Mazzorbo, Torcello e altre piccole vicine a queste, si rifugiarono gli abitanti della cittadina romana di Altino. Per scappare alle invasioni barbariche, questi fondarono la località di Burano che, all'incirca fino all'anno 1.000, aveva palafitte come abitazioni. Oggi, le sue case colorate sono quelle che attirano il maggior numero di turisti. Un'altra bellezza di Burano è quella di restarvi a dormire e percorrerla tutta nel silenzio della notte o quando c'è la nebbia. Fitta nebbia!
L'ultima volta che ho visitato quest'isola, l'obiettivo principale è stato il Museo del Merletto. Ad ogni modo voglio ricordare che Burano ebbe le sue gondole. Erano meno eleganti di quelle di Venezia, ma con colori vivaci come la gialla che vidi. (Oggi non ci sono più gondole). 

 Album fotografico    Foto 30/5/2017   Informazioni    Dove rimane

MUSEO DEL MERLETTO – ISOLA DI BURANO

Considerando la caratteristica dei merletti, penso sia difficile creare un museo con vetrine attraenti nel senso estetico. Infatti l’interno del museo è alquanto semplice, e per vedere tutti i merletti a portata dei turisti è indispensabile aprire grandi cassetti imparando a muoverli per vedere tutto meglio. In più è anche difficile fotografare i merletti.
Ad ogni modo ne sono rimasto soddisfatto, e a chi va a Burano consiglio di non trascurare questo museo bello anche perché in alcuni orari si vedono signore che insegnano quest’arte. Io ho visto anche maschietti imparare.

Nel museo sono esposti due centinaia di esemplari lavorati fra il XVI e XX secolo. Merletti della Scuola di Burano giustamente considerata fra le più rinomate al mondo.
La storia dei merletti di quest’isola si perde fra le leggende dei pescatori e delle nebbie marine. Mentre parlando con dati storici, il merletto di Burano ebbe un boom commerciale fra il XV e il XVI secolo arrivando in seguito a far parte di corredi di varie famiglie ricche d’Europa, regine comprese. 
Un dato per dare idea dei lavori: in un laboratorio veneziano lavoravano circa 600 merlettaie. Erano gli inizi del ‘700, e quel laboratorio non era certo l’unico. Con la fine della Serenissima, Repubblica di Venezia, il commercio del merletto iniziò a ridursi velocemente, e i lavori tornarono esclusivamente alle attività familiari. Così come dimostra la foto piccola è comunque molto importante che sia stato superato il rischio di perdere questa tipica produzione veneziana. 

Album fotografico Flickr   (Foto del 30/5/2017) 

giovedì 8 marzo 2018

MUSEO EBRAICO

E’ stata la prima volta che ho pensato e deciso di visitare un museo ebraico. 
Prima ho raggiunto il campo del Ghetto Novo e, sedutomi, con la memoria ho ripercorso qualche libro e film con cui provare a immaginarmi la situazione di vivere in un ghetto e quello di venir portati ai campi di concentramento a causa della decisione di un fratricida e tutti coloro che l’hanno appoggiato condividendo le sue pazzie. 
Una volta lasciato il passato mi sono diretto al museo convinto di trovare un’entrata uguale a quella di ogni altro posto aperto al turismo. Invece sono rimasto sorpreso dal fatto di venir controllato dai piedi alla testa come quando si attraversa una dogana prima di prendere l’aereo! Svegliatomi sono tornato al presente non crudele come il passato, ma neppure bello tranquillo.
Il museo è piccolo ma ben allestito e conservando oggetti preziosi fra cui un libro stampato nel ‘500.

Quando ne avrò l’opportunità visiterò anche il museo di Ferrara, Roma o altri. Ma quel che gradirei maggiormente sarebbe il fatto di conoscere un ebreo che mi aiutasse a interpretare meglio la sua cultura.

Album fotografico Flickr   (foto del 30/5/2017)

mercoledì 7 marzo 2018

BASILICA DEI SANTI MARIA e DONATO – ISOLA DI MURANO

Se non vi fossi tornato con una buona reflex Canon digitale, non sarei riuscito a fotografare i bei mosaici del pavimento di questo edificio religioso costruito nella seconda metà del VII secolo, e riedificato circa 500 anni dopo. Il suo pavimento a mosaico ha la stessa età di quello della Basilica di San Marco, anno 1140. I soggetti sono del mondo animale e vegetale collegati ai testi biblici. 
Considero giusto segnalare che questi mosaici del Duomo di Murano rischiarono di rovinarsi a causa delle maree che inondavano il pavimento, anno dopo anno. Il restauro svolto fra il 1973 e il 1979 ha salvato quest’arte.  
Un altro bel mosaico, pure questo riuscito a fotografare, è quello della Vergine Orante riconosciuto del XII secolo, e che vediamo nell’abside.
Questo duomo è un bell’esempio dello stile architettonico veneto-bizantino che chiama l’attenzione appena si arriva all’isola di Murano. L’abside esterna ne è la miglior caratteristica portando anche colori d’influsso arabo.
Ad ogni modo non si va all’Isola di Murano soltanto per visitarne il duomo. Io consiglio anche il Museo del Vetro che ha un biglietto collegato al Museo del Merletto dell’Isola di Burano. Ed essere curiosi nel cercare uno o più artisti lavorando il vetro. 

Album fotografico Flickr   (Foto del 30/5/2017)

MUSEO DEL VETRO – ISOLA DI MURANO

Tutte le volte che ho visitato Venezia, non avevo mai sentito il nome di questo museo, o forse non gli avevo dato importanza.
Il prezzo del biglietto mi aveva come avvisato che il museo non sarebbe stato grande e allestito come farebbe pensare la sua posizione geografica, appunto sulla famosa Isola di Murano. E purtroppo, così è stato. Non voglio dire di rinunciare alla visita, ma di non considerarlo sufficiente per coloro che apprezzano l’arte del vetro lavorato. 
Il museo è stato restaurato di recente arrivando così a poter esporre al pubblico le collezioni del Novecento. La quantità dei suoi pezzi artistici va aumentando grazie a donazioni che riceve da fornaci della stessa isola. 
Il biglietto d’entrata può esser collegato al Museo del Merletto a Burano. Sull'Isola di Murano è bene non trascurare la visita alla sua basilica.

Album fotografico Flickr   (Foto del 30/5/2017)

sabato 10 febbraio 2018

AUTORE DEI BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"



Mi chiamo William ... nato a Forlì ... cresciuto a Bologna ... abito in Perù da 24 anni ... entra qui per saperne di più
La mia email la trovi entrando nel "Visualizza profilo completo".
(Foto: Lago d'Orta).

SE VUOI VISITARE IL PERU'

Se pensi di visitare il Perù puoi scrivermi al inkawilly@gmail.com Siccome lo conosco ormai tutto, ho tante informazioni e consigli che puoi trovare su questo sito Ogni anno ricevo turisti attendendoli a Lima; altre volte sono gruppi o chi va in viaggio di nozze a chiedermi di preparagli un tour a suo modella noleggiando un pulmino con un autista di fiducia. Non ho un'agenzia turistica, ragion per cui non vendo biglietti. Ma sì distribuisco informazioni utili a persone che viaggiano come me, cioè col proprio zaino. 

ITALIA - CONFERENZE DI VIAGGI

Ovunque sia possibile svolgo conferenze turistico culturali promuovendo la conoscenza dell'Italia. Ancor meglio quando si tratta di parlare nelle scuole. Tutte le conferenze, per il momento ne ho pronte 30, sono un insieme dei miei viaggi: tante esperienze, belle fotografie, documentazioni culturali-geografiche-storiche, e molti consigli utili a chi viaggia. Per spiegarti meglio t'invito a entrare in quest'altro mio blog. Per il momento ho 163 esperienze.

Venezia - posti visitati

Venezia città metropolitana.
Chioggia e tanti posti di Venezia fra cui: Palazzo Ducale e il suo Ponte dei Sospiri; Basilica di San Marco; Basilica di Santa Maria della Salute; Ca' Pesaro; Murano e il suo Museo del Vetro; Arsenale; Burano e il suo Museo del Merletto; Museo Ebraico; Campanile di San Marco; Isola San Giorgio; Lido di Venezia; Chiesa di San Moisè; Chiesa di San Vidal; Chiesa di San Zaccaria; altre chiese e tanti ponti; Ponte del Rialto; Museo Archeologico Nazionale e Venezia di notte.